Brigata delli Guardiaboschi

(da un fondo archivistico, trascrizione del documento)

Brigata delli Guardia Boschi di Aterrana (Avellino)

Aterrana 2/1/1804

Oggetto: Trovamento di un catamarro morto.

:Al signor Giudice e Autorità di Montoro.

 

Il sottoscritto sopra e sotto segnato informa i superiori come a quanto tutto l’accatuto successo.

Mentre io e il guardio Cinnariello Russo ci ni iemmo in cerchio dei briganti marviventi forousciti, addietro una pianta di susini abbiassimo scorso un catamarro morto con bocconi aterra o moribonto che non dava segna di vita.

A prima svista credessimo fosse un animalo quadrubbolo, come qualmente sono lupo porcia o …, ma into poscio ci siassimo accorgiuti essere propeto un solo intividuva da caso.

Allora l’abbiassimo interrogato ma quel catamarro morto nona messo ne verbi ne piroli quali si fosse.

In seguito di che si sono fate le vollute antagini senza potere apprendere un corno qualsivoglia o altra informazione liquida e esplicita come prescrive il celio della Guardia Boschi. Dopo e prima di chi visto e venduto il coccio dell’aggnommato citrato che se ne stava mutillo e taciturno. L’abbiassimo esportato nella chiesa della parrocchia di  Aterrana a disposizione del giudice Pretore di Montore.

Addosso il morto ci aveva un porta foglio introve cerano 24 soldi e tre centesimi nel pacciotto aveva l’orologio con catena d’argento. Indosso un pallettone color flembuosso stiffello scuro, cappello a caccio, stivali a pompa, di èpellecchia lucita ecceveza ecceveza.

Era pure ammunnito di bastione con due fiocchi sopra e vedovette soto.

Come pare appare e compare tuto fa credere che si tratti di un omicolo abbenuto per fruto. L’ipotesi di suiciccio non è ammissibile.

 

Il documento originale

  

Joomla templates by a4joomla