Accadde un giorno

 

E con lo sguardo basso di chi davanti a sé

Non ha più futuro, ma senza un perché,

con passo lento varca un cancello

un bambino, una donna, un vecchierello.

La vita è strana, dicon tra sé,

mentre ognuno pensa “perché proprio a me?”.

Ho dato tanto, pensa un uomo piangendo,

a questo mondo che prende e non rende,

ho lavorato per chi come voi

non ha avuto uno sguardo per noi.

Ma cos’è che vi ha reso così diversi,

Forse l’egoismo o la brama di successi?

Cosa ha armato la mano assassina

Di chi spinge anche te bambino,

verso un futuro che non c’è

senza spiegarti nessun perché?

Risposta per tali domande non c’è,

ma c’è qualcosa, o Ebreo, che voglio dire a te:

“Non aver paura ed orgoglioso va’

Sapendo che nessun giammai toglierti potrà

Una vita vissuta con grande dignità”.

 

Joomla templates by a4joomla