Memorie

DUE DATE MEMORABILI CHE RICORDERÒ

di Gaetano Barbella-Era il tempo in cui l’Italia si preparava per entrare in guerra, la Grande Guerra. Ed era il momento felice per l’Italia della scienza con i successi di Gugliemo Marconi, Nobel per la fisica nel 1909.

 Fu anche bello e ricordevole, l’esperienza che Marconi fece sulle radiocomunicazioni, per Umberto Barbella, fratello di mio nonno Gaetano, quale sottufficiale imbarcato sulla Regia Nave Napoli che servì per questa impresa. La foto accanto, con la firma autografa del famoso scienziato, ne attesta l’avvenimento. Era il 13 marzo 1914.

 La guerra divampò feroce di lì a poco e furono tre anni di immani sacrifici. Finì poi la Grande Guerra e ci fu la presa di possesso della Base del Comando Navale dell’armata austro-ungarica dislocata ad Abbazia d’Istria. Era il 4 novembre 1918, altra data memorabile per il mio prozio, il sottufficiale Umberto Barbella.

Il caso volle che fosse lui, imbarcato sul R.C.T. Acerbi della Real Marina Italiana, a sbarcare ad Abbazia, insieme al suo drappello per la presa di possesso del Comando della Base Navale austro-ungarica, ed issarvi il nostro tricolore sul suo pennone.In quei giorni di giubilo per i residenti italiani ivi dislocati, mai si potevano supporre gli estremi sacrifici cui essi furono soggetti nel futuro non tanto lontano che li aspettava dopo la seconda guerra mondiale. Eppure fu un bel giorno per loro, quel 4 novembre 1918 che la foto accanto immortalò.

 

 

Joomla templates by a4joomla